marted√¨ 2 settembre 2014   
 
 
Home - La stagione > Dettaglio spettacolo
   sabato 24 marzo 2012
Acquista i tuoi biglietti su Ticketone Acquista i tuoi biglietti su Boxtickets Acquista subito i tuoi biglietti

ROGER DALTREY in "TOMMY"

presentato da Barley Arts

L’ALBUM LEGGENDARIO DEGLI WHO SUONATO PER INTERO DAL VIVO
IL CONCERTO INCLUDE ANCHE UNA SELEZIONE DEI CLASSICI DEGLI WHO

Fra il 9 e il 24 Marzo 8 concerti in Italia a Padova, Genova, Torino, Trieste, Firenze, Roma e Milano

Roger Daltrey, voce e icona di The Who,  annuncia un tour europeo nel quale eseguirà dal vivo dall'inizio alla fine la leggendaria opera rock della band, "Tommy", un'impresa mai portata in scena nemmeno dagli Who medesimi. Oltre alla musica maestosa di Tommy, i fan ogni sera ascolteranno anche una selezione degli storici brani degli Who e altra musica composta da Roger Daltrey nel corso della sua straordinaria carriera.
Otto i concerti in Italia fra il 9 e il 24 Marzo: i primi saranno il 9 al Gran Teatro Geox di Padova, l'11 al Carlo Felice di Genova e il 12 al Colosseo di Torino, poi ancora il 18 Marzo al Teatro Rossetti di Trieste, il 20 al Comunale di Firenze, il 21 e il 23 doppia data all'Auditorium Conciliazione di Roma e infine il 24 al Teatro Smeraldo di Milano.

Contenuti video di grande impatto accompagnano la musica in quello che promette di diventare un'esperienza indimenticabile sia per i fan di vecchia data sia per i nuovi adepti, che hanno scoperto solo in anni più recenti THE WHO e Tommy, opera fra le più acclamate e simboliche del rock mondiale, un album letteralmente transgenerazionale che da decenni continua ad esercitare sul pubblico la medesima fascinazione. Uscito nel 1969 ed entrato nella Grammy Hall of Fame nel 1998, il doppio album ha venduto fino ad ora oltre 20 milioni di copie nel mondo e l'omonimo film di straordinario successo che ne è stato tratto nel 1975, con Roger Daltrey nel ruolo del protagonista Tommy, non ha fatto che rimarcare la posizione di assoluto rilievo che l'opera riveste nel firmamento culturale mondiale.
 
L'esperienza live  di "Tommy" prenderà vita ogni sera sul palco nella vibrante complessità sonora creata da Roger Daltrey, accompagnato in questo progetto da una band composta da musicisti di assoluto rilievo: Frank Simes (chitarra), Scott Deavours (batteria), Jon Button (basso), Loren Gold (tastiere) e ancora alla chitarra SIMON TOWNSHEND, fratello del leggendario chitarrista di The Who, Pete Townshend, il quale ha così commentato la notizia del tour: "E' fantastico vedere Roger che porta in concerto Tommy con la sua band. Il mio cuore e il mio spirito sono con loro e Roger ha il mio appoggio totale. Roger ha messo in scena dal vivo una versione eccezionale di Tommy, utilizzando la sua fedele rappresentazione del lavoro originale come ossatura di uno spettacolo che comprende anche altro materiale. E' meraviglioso sentire come Roger e la sua nuova band hanno saputo reinterpretare le vecchie canzoni degli Who".
 
In questo show brani come "Pinball Wizard", "The Acid Queen", "I'm Free", See Me, Feel Me" e "We're Not Gonna Take It" trasportano il pubblico nel mondo di questo album leggendario con poetica energia e intensità da brividi.
 
In un tour del 1989 The Who proposero “Tommy” dal vivo, ma la differenza sostanziale è che Roger Daltrey in questa occasione suonerà tutte le canzoni dell'album dall'inizio alla fine. L'anteprima di questo progetto, che Daltrey ha presentato nel marzo 2011 alla Royal Albert Hall di Londra in un concerto di beneficienza, ha generato commenti entusiastici da parte di critica e pubblico: l'Independent ha definito lo show "una rilettura fedele ed elettrizzante di un album seminale". Il blog dedicato agli Who è stato inondato da commenti di fan di lunga data che avendo assistito al concerto hanno dichiarato "Roger ha inchiodato Tommy", e lo stesso Daltrey lo ha definito "lo Show di Tommy per il pubblico dei nostri giorni visto da una prospettiva differente", alludendo anche all'impiego di visual particolari e di grande effetto. E aggiunge che "Tommy - la storia di un ragazzo sordo, muto e cieco che diventa il capo di un movimento messianico - è l'album che rappresenta tuttora un punto di svolta per la storia degli Who. In Tommy ho trovato la nuova voce degli Who e la band ha trovato il suo passo e la sua identità nel suonare quella musica, sfruttando tutte le conoscenze che avevamo in ambito jazz e blues, per farla funzionare in chiave rock."

Facebook MySpace
Google Live
Aggiungi ai Preferiti
 
Il Teatro | La Stagione | Biglietteria | Contatti | Newsletter | Informazioni legali Credits